Una bellissima proposta di matrimonio

Oggi vi parlerò di una bellissima proposta di matrimonio :LA MIA .

Avevo pensato di scrivere un articolo su tutto il matrimonio ma mentre scrivevo mi sono accorta che sarebbe stato infinito. Perciò ho deciso che racconterò un pò per volta la nostra storia.
Partendo propio dalla proposta.
Dalla mia bellissima proposta di matrimonio.

Mi vuoi sposare ?

Una delle domande che faccio ai ragazzi quando ci conosciamo è… come avete deciso di sposarvi ?
Qualcuno mi racconta di proposte straordinarie mentre altri dicono di averlo deciso insieme. Il bello di ogni coppia è che è diversa dalle altre ed ogni storia è stupenda se è vissuta con amore.

Comunque…

Io e Vince vivevamo insieme da un paio di anni.
Ogni estate fotografo tantissimi matrimoni perciò potete immaginare quanto fantasticavo sul mio.
Me lo immaginavo in un agriturismo, con una cerimonia civile sulle balle di fieno, la mia famiglia e tanti amici.

Ho iniziato a fare battutine a Vince chiedendo quando ci saremmo sposati.
Lui fingeva di non sentire e rispondeva sempre scherzando.
Insomma, non è stata una proposta inaspettata.
Non sono caduta dalle nuvole. Sapevo che me lo avrebbe chiesto prima o poi…
Però sono scoppiata in lacrime.

Io che rovino sempre tutto

Io e Vince abbiamo organizzato un weekend “esplorativo”a Portovenere, in vista di un matrimonio che avremmo dovuto scattare quell’estate.
Passeggiavamo sulle mura del castello ed io già mi immaginavo la proposta.
Nella torretta più alta, con un panorama mozzafiato. I suoni del mare in lontananza…
Il bello è che lo aveva pensato anche lui.
Arriviamo lì e… non succede nulla.
Un pò delusa aspetto un pò e poi esordisco dicendo “cavolo questo sarebbe stato proprio un posto perfetto per una proposta di matrimonio” .

Vince mi guarda e si arrabbia tantissimo.
Morale della favola, aveva l’anello in tasca, aspettava il momento giusto per darmelo. Io ho rovinato tutto.
L’anello è rimasto nella sua tasca.

Una bellissima proposta di matrimonio

Una mattina di qualche settimana dopo sono uscita per lavoro.
Avrei dovuto pranzare dai miei ma Vince al momento del pranzo mi chiama dicendomi che lo avevano fermato i carabinieri e che aveva lasciato la patente a casa.
Mi chiede quindi di passare a prenderla e portargliela.

Io ignara di tutto mi reco a casa. Apro la porta e… sorpresa…
la strada che dalla porta arriva in sala era costellata di candele profumate.
Di fronte alla tv il telecomando ed un biglietto con scritto “premi il tasto play”.

Non appena premuto il tasto play Vince è comparso sulla televisione ed ha cominciato a mostrare cartelloni uno dopo l’altro.
Una serie di frasi una più bella dell’altra.
Io in lacrime.
Il nostro cagnolino nel frattempo mi aveva raggiunta in sala e scodinzolava tutt’attorno.

Il pranzo e l’anello di fidanzamento

Vince aveva cucinato per me.
Lui non ama fare cose romantiche, non ama scrivere e odia cucinare.
Quella mattina però è rimasto a casa dal lavoro e ha fatto tutto questo per me.
Si è svegliato, si è vestito ed ha finto di andare al lavoro.
Ha aspettato che io uscissi ed è tornato a casa dove ha passato tutta la mattina a preparare questa sorpresa.

Ad ogni modo, dopo il video è arrivato, ci siamo abbracciati e mi ha portata in cucina.
Aveva preparato un pranzo a base di pesce ed aveva preso una torta in pasticceria.

Siccome si vergognava a chiedere di far scrivere alla pasticciera “mi vuoi sposare” ha pensato di scriverlo da solo sulla torta.
Il risultato è stato un divertente “mi vuoi spostare” che è divenuto un simpatico aneddoto da raccontare.

A fine cena Vince ha preso la torta e si è inginocchiato con un bellissimo anello di fidanzamento.

Non potevo desiderare di meglio.

leggi gli alti articoli del blog

la storia continua…

Le fotografie in questo articolo sono state scattate da David Bastianoni